Ballate come se nessuno vi guardasse

AforismiQuando si fa ordine nei cassetti si scopre sempre qualcosa di interessante: oggi è stato il turno di un foglietto contenente una di quelle ramanzine sulla vita e sulla felicità che tanto riempiono le catene di Sant’Antonio e i file PPS ingombrando le nostre caselle di posta.

Tuttavia, non si sa per quale strana alchimia cerebrale, ogni tanto ci fa piacere leggere e “meditare” alcune di queste frasi mitiche, quindi perchè buttarle via?

Il foglietto disperso nel cassetto non posso assolutamente più vederlo; ma su questo blog voglio dare al suo contenuto un’altra possibilità di sopravvivenza… non abbiatene a male se prendo questa scusa per aprire una nuova categoria e raccogliere pillole di facile saggezza.

Ballate come se nessuno vi guardasse
di Daisaku Ikeda

Siamo convinti che la nostra vita sarà migliore quando saremo sposati, quando avremo un primo figlio o un secondo.
Poi ci sentiamo frustrati perchè i nostri figli sono troppo piccoli per questo o per quello, e pensiamo che le cose andranno meglio quando saranno cresciuti.
In seguito siamo esasperati per il loro comportamento di adolescenti.
Siamo convinti che saremo più felici quando avranno superato questa età.
Pensiamo di sentirci meglio quando il nostro partner avrà risolto i suoi problemi, quando cambieremo l’auto, quando faremo delle vacanze meravigliose, quando non saremo più costretti a lavorare.

Ma se non conduciamo una vita piena e felice ora, quando lo faremo?

Dovrete sempre affrontare delle difficoltà di qualsiasi genere.
Tanto vale accettare questa realtà e decidere di essere felici, qualunque cosa
accada.
Una delle mie citazioni preferite ha per autore Alfred Souza: “Per tanto tempo ho avuto la sensazione che la vita sarebbe presto cominciata, la vera vita! Ma c’erano sempre ostacoli da superare strada facendo, qualcosa di irrisolto, un affare che richiedeva ancora del tempo, dei debiti che non erano stati ancora regolati: in seguito la vita sarebbe cominciata. Finalmente ho capito che questi ostacoli
erano la mia vita”.

Questo modo di percepire le cose mi ha aiutato a capire che non c’è un mezzo per essere felici, ma che la felicita è il mezzo. Di conseguenza, gustate ogni istante della vostra vita, e gustatelo ancora di più perché lo potete dividere con una persona cara, una persona molto cara per passare insieme dei momenti preziosi della vita, e ricordatevi che il tempo non aspetta nessuno.
E allora smettete di aspettare di finire la scuola, di tornare a scuola, di perdere 5 kg, di prendere 5 kg, di avere dei figli, di vederli andare via di casa.
Smettete di aspettare di cominciare a lavorare, di andare in pensione, di sposarvi, di divorziare.
Smettete di aspettare il venerdì sera, la domenica mattina, di avere una nuova macchina o una casa nuova.
Smettete di aspettare la primavera, l’estate, l’autunno o l’inverno.
Smettete di aspettare di lasciare questa vita, di rinascere nuovamente, decidete che non c’è momento migliore per essere felici che il momento presente.
La felicità e le gioie della vita non sono delle mete, ma un viaggio.

Lavorate, come se non aveste bisogno di soldi.
Amate, come se non doveste mai soffrire.
Ballate, come se nessuno vi guardasse.

3 pensieri riguardo “Ballate come se nessuno vi guardasse

  1. Ciao caro cugino, eccoci qui ancora per una strana alchimia. Proprio sta sera mi trovavo ad uno Zadankai… Sto praticando il buddismo dal 08.09.2011. Proprio io con Laura la mia fidanzata, abbiamo preparato lo zadankai con tema: La LIbertà. Io spulciando su internet ho trovato questa poesia di IKeda che è il Presidente della Soka Gakkai.
    Mi chiedevo, perchè non riesco a trovarla, se tu fossi a conoscenza della pubblicazione dove si trova appunto qusta poesia.
    Grazie e felice di esserti cugino! 🙂
    Gianmarco

  2. Da tempo conosciamo questa poesia del Presidente Ikeda, ma anche noi non riusciamo a trovarne la provenienza.
    In quale rivista o libro si trova??!!
    Grazie, mi faresti una grande cortesia
    Maria Rosa

Rispondi a Gianmarco Lanzafame Annulla risposta